21Ago

I favoriti all'UTMB 2014.

Categoria: Contenuto redazionale

utmbEd ecco come ogni anno arrivare l’appuntamento dell’anno, inutile girarci intorno, inutile il tentativo di screditarlo: l’UTMB è stato, è e rimarrà sempre la gara più affascinante del mondo. Pochi riescono a resistere al suo fascino, e prima o poi tutti i campioni vogliono provarlo almeno una volta.

Quest’anno l’estate non è stata clemente sulle nostre alpi, difficilmente abbiamo assistito a un intero week end senza precipitazioni, inoltre le temperature non sono mai state troppo levate, tanto da poter affermare (per la prima volta dopo un ventennio) che il 2014 non ha visto l’arretramento dei ghiacciai alpini; pertanto gli atleti dovranno valutare attentamente anche questa variabile, sembrerà banale, ma in montagna fa freddo! Quest’anno in modo particolare, anche alle quote meno elevate.

Fatta questa premessa, vediamo chi sarà quest'anno a contendersi il primato. 

scritto da: Luca Revelli (cubettoz), categoria: News, 2014, 2014, Agosto 2014

19Ago

Trail du Galibier con gli occhi della protagonista.

Categoria: by Marina Plavan

Omar Riccardi Valetudo skyrunning ItaliaTrasferta in terra francese domenica 17 agosto 2014 e precisamente a Valloire, moderna stazione di sport invernali e villaggio montano che ha conservato il suo fascino, situato tra il Colle del Galibier e il Colle del Telegraphe a 1430 metri sul livello del mare nell’Alta Savoia.

Due le distanze quella lunga di 45 km con 2600 mt di dislivello e quella corta di 21 km con 1200 mt di dislivello. Logicamente quando si va in trasferta cosi lontano è d’obbligo la gara lunga…

Scelta quasi obbligata, il suo tracciato toccava infatti il famoso Colle del Galibier noto al mondo degli sportivi in particolare a coloro che seguono il ciclismo.

categoria: News, 2014, 2014, comunicati stampa, Agosto 2014, Valetudo news, Tags 2014

16Ago

Al vertikal K2000 Dennis Brunod vince con record.

Categoria: Comunicato stampa

dennis 531x800Giusto per togliere ogni dubbio su chi sia il più forte Dennis Brunod ha vinto il Vertikal 2000 con il nuovo record della salita: un’ora 22’24”, 55” in meno del tempo 2013 del francese del Team Crazy Idea (e vincitore di una La Grande Course di sci alpinismo) Mathéo Jacquemoud. Il folletto francese, dopo la mononucleosi di fine inverno, era lontano dalla forma ideale ma è voluto tornare lo stesso a gareggiare nel Vertikal che da Morgex, 920 metri, porta ai 2920 del Bivacco Pascal. “E’ una gara che mi piace molto – ha detto – E riparto da qui alla ricerca della condizione”. 

categoria: News, 2014, 2014, comunicati stampa, Agosto 2014, Tags 2014, vk2000

16Ago

La 7à edizione della Glacier 3000 Run

Categoria: by Mauro Toniolo

Glacier 3000 Run il percorso Valetudo skyrunning ItaliaSi è svolta sabato 9 agosto 2014 la settima edizione della Glacier 3000 Run, gara di corsa in montagna di 26km che portava i concorrenti dai 1050 m di Gstaad, rinomata città turistica delle Alpi Bernesi, ai 2950 m di Scex Rouge, sul ghiacciaio del Diablerets.

Il programma comprendeva, oltre alla manifestazione principale, un mini-circuito per bambini all'interno di Gstaad il giorno prima e un nordic walking di 3km sull'ultima parte di percorso.

categoria: News, 2014, 2014, comunicati stampa, Agosto 2014, Valetudo news, Tags 2014

13Ago

Sierre Zinal 2014.

Categoria: by Giorgio Pesenti

Silvia Rampazzo Sierre Zinal 2014 foto Valetudo skyrunning rosaLa gara Svizzera merita l’eccellenza! Per partecipanti e concorrenti Elite! I runners provengono dalla corsa in montagna, orienteering, trail, strada, maratona, pista e skyrunning: escono vincitori gli atleti piu completi: Stevie Kremer e Kilian Jornet Burgada.

Da favola i quattro podi delle aquile Valetudo: 6° Zinca Ionut, 7^ Denisa Dragomir, 9^ e prima delle Italiane Silvia Rampazzo. 20° e primo dei veterani over 50 Ricardo Mejia. Buono il 47° posto di Gianfranco Danesi.

categoria: News, 2014, 2014, comunicati stampa, Agosto 2014, Valetudo news, Tags 2014, zinal

Una frase per correre.

  • UNA SCONFITTA PER TUTTI

    Tutti prima o poi abbiamo bisogno di una sconfitta: sbagliare tutto, cadere e sbattere la faccia per terra. A quel punto, quando l’unica cosa che riesci a sentire è l’odore della polvere, non piangerti addosso, non trovare finte scuse o finti alibi di chi si era già arreso prima ancora di provare. Per quanto ti possa sembrare troppo dura, l’unica cosa che puoi fare è rialzarti immediatamente, ripartire più forte di prima, con qualche ammaccatura e forse qualche graffio in più, ma anche con una grande certezza: la certezza di poterti rialzare di nuovo, la prossima volta che cadrai perché saprai di avercela già fatta una volta.

Akawa photo contest

FLY RUN

Aggiornamenti D+Gare

traildelmese-logo